Polignano a Mare

Polignano a Mare

Il nostro voto:

La città immersa nel blu

A strapiombo sulle turchesi acque dell'Adriatico, domina imperiosa la città di Polignano a Mare circondata e protetta dalle alte mura medioevali. Stradine lastricate, levigate dal tempo, si diramano dal cuore della città vecchia intrecciandosi in emozionanti angoli di poesia e colore.

Le bianche terrazze, sorrette dalla costa frastagliata, si affacciano su affascinanti e millenarie grotte marine illuminate da eleganti giochi di luce e contemplando il fascino delle sfumature blu, lo sguardo si ferma nel punto in cui il cielo e il mare si baciano.

Il ponte panoramico offre alla vista un seducente scenario: la grigia roccia, decorata da selvaggi arbusti, abbraccia il mare in una profonda insenatura fatta di bianchi ciottoli che giungono al mare perdendosi in sorprendenti policromie dai toni del verde all'azzurro.

La antica via Traiana, con i suoi lucenti lastroni, conduce al mare attraverso una piacevole passeggiata tra storia e natura. Ed è proprio sotto il ponte di lama monachile che Polignano si mostra in tutta la sua bellezza mentre il lontanaza lo scoglio dell'eremita, maestoso e solitario,guarda la città immerso nelle acque profonde.

Storia

La millenaria storia di Polignano a Mare affonda le proprie radici nel tempo remoto del neolitico, la pietra rimase sempre protagonista nella costruzione di questa affascinate città: le mura abbracciavano il borgo antico sorto a picco sulle ripide rocce dell'Adriatico.

Gli approdi naturali tra le scogliere favorirono la crescita del piccolo villaggio di Neapolis: le calette sul mare diventarono punto strategico nella terra di Peucetia e l'antico ponte romano, che segnava l' ingresso alla città, animò il fiorente commercio dei mercanti greci lungo la via che collegava Roma a Brindisi.

Terra di mezzo tra Mediterraneo e Terra Santa, Polignano subì dominazioni di Arabi, Bizantini, Normanni , Aragonesi e altri popoli che valorizzarono il potenziale commerciale della città e contribuirono a creare un patrimonio culturale e artistico giunto fino ai nostri giorni.

Storia e tradizioni ornano la città immersa nel blu e pezzi di esse sono stati custodite per secoli anche nelle meravigliose grotte marine, mentre le torri presenti lungo la costa riportano ai tempi in cui il mare era foriero di ricchezze e invasioni.

L'Abbazia di San Vito, affacciata su un porto naturale, con la sua imponente architettura testimonia l'importanza della vita religiosa e monastica della città: posta lungo la Via Traiana e vecchia di 1200 anni si sviluppò attorno a una cappella in cui erano custodite le ossa del Santo.

Antiche leggende contaminano la storia della città, esaltando il fascino di un paese antico e già valorizzato da bellezze paesaggistiche. Perdersi tra i vicoletti , ripercorrere i passi dei conquistatori, tuffarsi nelle acque blu è ricongiungersi in un legame ancestrale tra l'uomo, la terra e il mare.

Clima

Il clima della città, tipicamente mediterraneo, si presenta caldo e assolato durante le lunghe giornate estive spesso caratterizzate da brevi temporali soprattutto nelle ore pomeridiane.

Luglio è solitamente il mese più caldo e secco, mentre nel periodo primaverile e autunnale il tepore del sole invita a passeggiare e assaporare il profumo del mare data la scarsa presenza di piogge e temporali.

Gli inverni sul mare si presentano piovosi con temperature miti rispetto all'entroterra mentre rari sono i fenomeni nevosi lungo tutta la costa pugliese.

Informazioni

Distanza da Alberobello: 30 Km
Mare: Si

Consigliato per

Centro storico
Vista
Ristoranti
Mare